Campionato Prima Categoria toscana girone E, 15° giornata: Montagnano 0 – Resco Reggello 0

È un buon punticino quello che la Resco Reggello trova dentro la calza della Befana nella trasferta di Montagnano, prima partita del 2019 che chiude il girone d’andata. Un match che nel primo tempo si rivela sostanzialmente equilibrato, ma giocato su buoni ritmi. La Resco ha un buon piglio e per almeno 25’ di gioco mostra il suo lato migliore affrontando a viso aperto e senza timore i padroni di casa. Un atteggiamento propositivo che porta i biancocelesti già dopo appena cinque minuti vicinissimi al gol con Rosadini, bravo ad addomesticare in area un pallone crossato in mezzo dalla destra e a girarsi in un fazzoletto per il tiro in porta, ma Brandi compie un bell’intervento di piede che nega il gol all’attaccante reggellese. Pochi minuti dopo, al 7’, è il Montagnano ad avere una buona occasione con Lazzeroni che prova la conclusione con un calcio di punizione dal limite che termina fuori di poco. Sul finale di primo tempo, però, i rossoblù crescono e si affacciano con più continuità verso la zona della porta difesa da Trambusti; le occasioni più nette capitano prima sulla testa di Artini che da ottima posizione spedisce il pallone sopra la traversa e sui piedi di Lazzeroni che nel recupero è bravo a liberarsi in dribbling in area, ma Trambusti compie una bellissima parata che mantiene il parziale sullo 0-0. Nel secondo tempo cambiano decisamente gli equilibri in campo, con i padroni di casa che aumentano i giri del motore e si spingono con forza in attacco mentre la Resco cala d’intensità e cerca soprattutto di difendersi con ordine. Quando poi il Montagnano trova gli spazi giusti per superare la difesa biancoceleste, è capitan Trambusti a metterci una pezza salvando il risultato: al 65’ il portierone della Resco è super reattivo nel deviare in corner un colpo di testa di Bertocci, mentre al minuto 83’ è il neo entrato Piteo ad andare ad un passo dal possibile 1 a 0, ma ancora una volta il numero 1 biancoceleste riesce a toccare in angolo il pallone, stavolta di piede. In mezzo a questi due interventi decisivi dell’estremo difensore ospite c’è quella che, probabilmente, è la più grossa palla gol della gara per i padroni di casa: al 70’ Lazzeroni è bravo a recuperare palla sulla trequarti, saltare l’uomo e a involarsi in attacco tentando poi malamente un tiro dal limite dell’area che termina di molto a lato, scelta frettolosa che non gli consente di approfittare dell’enorme prateria a disposizione davanti alla porta. Sul finale di gara, siamo all’87’, il capitano dei rossoblù Mazzoni tenta una conclusione di prima dalla lunga distanza, una parabola forte e tesa che supera Trambusti e che si infrange fragorosamente sulla traversa. La Resco, un po’ in affanno, ringrazia il legno e pochi minuti dopo va incredibilmente ad un passo dal gol vittoria: al 92’ contropiede dei biancocelesti con il pallone ben gestito da Magni che al limite dell’area attira su di sé la difesa rossoblù liberando al tiro in area sulla sinistra Romolini che, ben coperto dal difensore, cambia passo e si crea lo spazio per andare al tiro da ottima posizione, ma Brandi d’esperienza tenta il tutto per tutto in uscita bassa e respinge all’ultimo la conclusione della giovane punta biancoceleste.
Roberto Bertoncini

Montagnano

Brandi Bianchi(81’ Piteo) Chiucchiolo D’Abbrunzo(79’ Gerardini) Nocciolini Bertocci Settembrini(86’ Rossi) Mazzoni D’Auria(61’ Brandini) Lazzeroni Artini

A disposizione: Foianesi Piteo Rossi Vacchiano Gerardini Brandini Giorgi Cetoloni

All: Brilli

Resco Reggello

Trambusti G.Sani C.Sani Ferrati Cherici Zerini Ceseri(68’ Fondelli) Monti Lombardo(88’ Aglietti) Fittipaldi(76’ Francia) Rosadini(49’ Magni)

A disposizione: Martellini Aglietti Tamburini Francia Fondelli Del Chiappa Magni Romolini

All: Bruni
Arbitro: sig. Lotti della sezione di Empoli